Il Decreto 2 marzo 2018 del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione ha istituito una nuova ed autonoma area negoziale per gli istituti normativi disciplinanti il rapporto di lavoro ed i trattamenti accessori dei dirigenti delle Forze di polizia ad ordinamento civile, ai sensi dell’articolo 46 del Decreto Legislativo 29 maggio 2017, n. 95 e nel rispetto del principio di sostanziale perequazione dei trattamenti dei dirigenti delle Forze di polizia e delle Forze armate.

DirPolPen, fondata da 25 volenterosi dirigenti e funzionari di Polizia Penitenziaria il 3 maggio 2017, è l’Associazione nazionale sindacale tra il personale della carriera dei Funzionari di Polizia Penitenziaria, che opera in rappresentanza ed a tutela dei dirigenti nella nuova area negoziale.

L’Associazione, apartitica e apolitica, ha natura sindacale e rappresenta gli appartenenti alla carriera dei funzionari della Polizia Penitenziaria, di cui assume la tutela per i fini, nei modi ed attraverso i mezzi” che seguono:
a) tutelare la dignità e gli interessi morali, giuridici ed economici degli appartenenti alla carriera dei funzionari della Polizia Penitenziaria;
b) promuovere iniziative per elevare la professionalità ed il prestigio della categoria;
c) salvaguardare i principi deontologici che sono, da sempre, alla base del comportamento degli appartenenti alla carriera dei funzionari della Polizia Penitenziaria, approntando, a tal fine, un codice deontologico ispirato al rispetto dei diritti fondamentali dell’uomo;
d) tenere costanti contatti con le altre Organizzazioni sindacali che rappresentano gli appartenenti ai ruoli della Polizia Penitenziaria, eventualmente promuovendo rapporti di collaborazione, federazione ed affiliazione anche a carattere continuativo. Curare le relazioni con Associazioni rappresentative di altro personale dirigente e direttivo delle Amministrazioni dello Stato che perseguano scopi analoghi al fine di concertare azioni di reciproco interesse, eventualmente promuovendo rapporti di collaborazione, federazione ed affiliazione anche a carattere continuativo con quelle operanti nell’area negoziale di cui all’articolo 46 del D.Lgs. 95/2017;
e) intervenire in tutte le sedi sui problemi attinenti la funzione di Polizia Penitenziaria, fornendo il contributo dell’esperienza degli appartenenti alla carriera dei funzionari della Polizia Penitenziaria, anche nella elaborazione di provvedimenti legislativi;
f) migliorare le condizioni di lavoro e di sicurezza del personale della Polizia Penitenziaria, anche organizzando conferenze, incontri e dibattiti, istituendo gruppi di studio e di lavoro ed attuando, in merito, ogni altra opportuna iniziativa;
g) promuovere relazioni ed incontri con analoghi organismi, enti, istituti, fondazioni, anche di carattere internazionale ed esteri per un proficuo scambio di esperienze professionali ed intraprendere iniziative di carattere culturale, previdenziale e di sicurezza sociale nell’interesse degli associati.